Friselle d’orzo con pomodorini, fiori di cappero e sardine by Valentina, la Cuoca Pasticciona

Ingredienti

4 friselle d’orzo
1 confezione di sardine Angelo Parodi
20 pomodorini datterino
6 fiori di cappero
1 mozzarella di bufala
un filo d’olio d’oliva
sale e pepe q.b.
Realizzazione
Prendete le friselle, immergetele nell’acqua per un secondo e riponetele su un piatto per lasciarle ammorbidire. Nel frattempo tagliate i pomodori in quattro spicchi, dopodiché conditeli con sale, pepe ed un filo d’olio d’oliva e  riponete in frigo per qualche minuto per permettere che si insaporiscano per bene.
Sgocciolate le sardine dal l’olio, con l’aiuto di una forchetta spezzettate i grossi e carnosi filetti. Condite la vostra frisa con abbondate quantità di pomodorini ed adagiate in cima le sardine e guarnite con i fiori di cappero tagliati a rondelle.

2 Commenti

  • Mimmo Grazie infinite per il commento.. sinceramente abitando in un paesino Emiliano mi é difficile bagnare le frise in acqua di mare, ma proverò in acqua salata. Mi é piaciuto molto la tua spiegazione storica, io mi sono innamorata a prima vista e d’estate o quando c’è caldo le mangio spesso. Grazie ancora

  • Brava così si bagnano le friselle! Hai provato a farlo in acqua salata, possibilmente di mare o salata come questa? E a schiacciare e strofinare i pomodori? Originale l’abbinamento al pesce, probabilmente non più usato oggi ma molto praticato alla loro origine, visto che vengono anche dette il Pane dei Crociati, erano infatti un componente fondamentale della loro cambusa quando, partendo dai porti pugliesi, dopo aver ricevuto l’ultima benedizione a Monte Sant’Angelo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *