Maltagliati gluten-free mare e terra di Daniela, senza panna

Mangiare un primo piatto di pesce può essere  una rarità per qualcuno, soprattutto se si  è  in presenza  di  intolleranze o allergie  al  glutine. Allora fedele  al mio  principio che da una difficoltà può nascere  un’opportunità nuova ho pensato di unire due obiettivi, fare la  ricetta  con un prodotto Angelo Parodi per la  raccolta  “Impiatta   e Scatta 2” e  sperimentare  una  farina gluten free che  ho ricevuto.

Sono convinta  che a  volte un problema  può essere  un’occasione  per  assaggiare anche qualcosa  di diverso. Potrebbe essere  che noi che non abbiamo di queste limitazioni alla  fine  ci  priviamo di un buon motivo per  assaggiare qualcosa  di diverso.

Sono partita  da  un’idea  semplice, la pasta con le sarda, poi non avendo alcuni ingredienti ho sperimentato e  unito  diverse  usanze  regionali.

Prendendo spunto da una  ricetta  regionale laziale, gli spaghetti mare e terra come si fanno a  Torvaianica, nota località vacanziera romana, sono nati questi maltagliati.

  • ingredienti x  4  persone:
  • 4 uova
  • 400 g farina senza glutine
  • Sardine Angelo Parodi
  • Cipolla
  • Peperoni cruschi  dolci
  • Olio evo
  • Pecorino  romano
  • Finocchietto selvatico
  • Pistacchi
  • Pinoli

Realizzazione

Per i maltagliati ho impastato uova  e  farina  con poca acqua tiepida che ha aiutato a legare. Dopo un  riposo in frigo  ho steso la  pasta a  mano e  l’ho tagliata in  forme  irregolari.

Nel frattempo ho messo l’acqua sul fuoco e ho appassito la cipolla tagliata fine in  olio evo, ho aggiunto un po’ di  finocchietto tagliato fine  e ho lasciato appassire  aiutandomi  con poca acqua di cottura della pasta. Pocoprima di spegnere ho aggiunto le  sardine private di pelle e lische e tritate in pezzi grossi.

Ho cotto pochi minuti i maltagliati, poi li ho mantecati nella padella con  il sughetto preparato.  Per  finire ho  impiattato e completato  il piatto con peproni dolci  cruschi tritati, pinoli  tostati, pistacchi tritati grossi. Ho chiuso con  pecorino romano abbondante.

Esperimento riuscitissimo, buono sotto  molti punti di vista. Potrebbe  essere  anche una proposta  per una  cena casalinga più importante come quella  di Capodanno.

Sulle sardine mi posso  esprimere avendone assaggiate di tutti  i tipi e  marche, in scatola  e  fresche  e posso dire  che  queste  della  Parodi non fanno rimpiangere  il prodotto fresco, le ho trovate ottime.

Interessante anche l’esperimento sulla pasta. In questo caso non posso  dire di avere  esperienza  di pasta senza glutine, le  rare volte che l’ho assaggiata  era abbastanza  molliccia e  al  gusto di riso, cosa questa che non è un difetto in se’, è solo un sapore diverso  dalla  classica pasta di grano.

Mi sono sorpresa  di come, nonostante una certa difficoltà nella preparazione perchè l’impasto tende a rompersi, in cottura la pasta fatta si  sia comportata egregiamente acquisendo una consistenza (tenacia/durezza) molto gradevole che  non mi aspettavo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *